2 Luglio 2021

Ricostruire meglio insieme: la Giornata Mondiale delle Cooperative

Cos’è la Giornata Mondiale delle Cooperative e perché si festeggia

La Giornata Mondiale delle Cooperative 2021 ricade il 3 luglio: cosa accadrà quel giorno e qual è il significato di questa ricorrenza?

 

Proclamata dalle Nazioni Unite nel 1995, la Giornata Mondiale delle Cooperative ricorre ogni primo sabato del mese di luglio. Quest’anno, per il tema del 3 luglio, è stato scelto il topic “Ricostruire meglio insieme”. L’importanza dell’argomento proposto è da ricondurre all’anno difficile di pandemia che tutto il mondo ha vissuto e l’impegno delle cooperative nell’aiutare e predisporre un piano di solidarietà e resilienza.

 

Cos’è la Giornata Mondiale delle Cooperative e come si celebra

La Giornata Mondiale delle Cooperative viene celebrata in tutto il mondo dal 1923, ma solo 72 anni dopo, nel giorno del centenario dell’ICA, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha ufficializzato la giornata mondiale. A stabilire il tema di ogni anno ci pensa il Comitato per la promozione e l’avanzamento delle cooperative (COPAC).

Quest’anno si terrà, quindi, la 26esima edizione della Giornata Mondiale delle Cooperative dal suo riconoscimento dalle Nazioni Unite e la 98 esima edizione dalla prima celebrazione. L’obiettivo di tale giornata è quella di sensibilizzare le cooperative e promuovere alcuni temi sociali importanti, tra cui: la solidarietà, la resilienza, la pace nel mondo, l’uguaglianza, ma anche l’efficienza economica.

Lanciata con l’hashtag #CoopsDay questa ricorrenza è utile per offrire alle politiche locali, nazionali e globali l’occasione di scoprire come le cooperative siano una componente fondamentale per la costruzione di un futuro più equo per tutti.

 

CoopsDay 2021: la ripartenza post Covid

La celebrazione della Giornata Mondiale delle Cooperative, quest’anno, vuole essere un’occasione di ripartenza e di ricostruzione dopo l’anno difficile che tutto il mondo ha affrontato, l’obiettivo è quello di consolidare l’aiuto che le cooperative possono offrire.

Saranno messi in risalto temi come la solidarietà, la resilienza, ma sarà anche l’occasione per diffondere un modello di impresa focalizzato sulle persone. Il fine ultimo è quello di fare impresa sostenendo valori cooperativi come l’auto-aiuto e la solidarietà, valori etici di responsabilità sociale e attenzione per la comunità, il tutto per ridurre le disuguaglianze sociali e creare prosperità condivisa dopo il periodo di pandemia.

 

Il Direttore Generale dell’International Cooperative Alliance (ICA), Bruno Roelants, commenta:

“Nell’ultimo anno, abbiamo potuto constatare che il modello cooperativo ha lavorato per il benessere delle persone e per il rispetto del pianeta, in linea con i suoi principi e valori che contraddistinguono il movimento cooperativo. Ricostruiremo davvero meglio insieme e sono fiducioso che vedremo molti casi di come il movimento cooperativo aiuti le comunità a diventare più forti nel mondo post-pandemico”.

 

CONDIVIDI con: